img_0135

Natale marittimo

Ah, ecco a cosa servono i genitori. Finalmente si capisce: devono farti da scaletta per arrivare in cima all’albero a piantare la stella.
E’ stato bellissimo farlo ieri sera. Chissà la faccia di Tilly stamattina quando si sveglierà e lo vedrà… probabilmente cercherà di entrarci dentro con il suo triciclo… ah, le sorelline.
Comunque ieri grand’affare per l’albero. Mamma alla regia, Papà sul divano a commentare, zio Huppo alle luci, Puppy e Netto (il mio coniglietto preferito) allo smistamento delle palline con gancetto da separare da quelle senza gancetto.
Bene, molto bene. Soddisfatto del risultato. Qualità puppica.
E adesso aspettiamo i regali, arrivano subito no? Che qui sotto è tutto vuoto… Allora, arrivano? Eh? Allora?

Selfie di famiglia… nella casetta nuova

img_0082

Eccoci tutti qui. Manchi solo tu, Zio!
La casetta è pronta e ti aspetta. Papà e mamma hanno lavorato tanto, io ho diretto i lavori, Tilly ha distrutto tutto quello che trovava.
Ma ce l’abbiamo fatta. Da domenica potrai venire qui a riposarti e cominciare questo tempo di cura protetto dal Puppy Power.
E io sono già che fremito: andremo a caccia di draghi, io mangerò anche le tue patatine fritte, e poi faremo cic-ciac nell’acqua… che qui si può ancora fare cic-ciac nell’acqua.
E la sera mentre tu lavorerai al mac io sarò intorno a smontarti lo studio finchè non smetterai e ci sederemo sul divano a vedere Hulk fino a quando Papà non viene a riprendermi e a portarmi in Puppylandia 2.
Oh, mancano pochi giorni. Noi qui ultimiamo i dettagli conclusivi. Quanto lavoro per un Puppy progettista. E vedrai quante cose belle ha preparato Mamma, arredatrice affermata.
E poi il posto, wow, che posto… svegliarsi e vedere il mare… certo che crescerò un Puppy felice. Tu devi riprenderti, però. Forza, ti aspettiamo.

img_0078

Il freddo autunnale.

Tsè. Quest’anno non lo vedo proprio.
La foto non è di quest’anno ma solo di due giorni fa. Siamo nel posto più bello del mondo e stiamo lavorando per lo Zio.
E questo è il clima che c’è qui anche a fine ottobre.
Bè, ammetto che dalla foto non si capisce molto che stiamo lavorando. E anzi, io do anche l’idea di essermi fatto un biberon di brandy piuttosto che di latte.
Ah, il brandy. La settimana scorsa, che Zio Iego è venuto a controllare l’avanzamento dei lavori, ho visto che tra di loro grandi ne avevano una bottiglia invecchiata di 12 anni. Cioè quattro volte la vita puppyca, una bottiglia ante puppy. Incredibile pensare che esistesse qualcosa senza che ci fossi io. Ma come facevate?
Ecco, con questi ragionamenti sembro davvero ubriaco. Torno in spiaggia va, ehm, a lavorare…

img_0074

Scherzetto Puppico

Allora, lo Zio sta cercando delle scatole.
Papà e io assistiamo nell’impresa mentre Mamma e Tilly guardano le scarpe, al solito.
Ad un certo punto io trovo la scatola perfetta. Lo sguardo d’intesa con Papà è assoluto.
Io e Netto (il mio coniglietto preferito che mi segue ovunque, nel senso che me lo porto sempre dietro perchè è un peluche, cosa credevate?) ci mettiamo dentro la scatola. Papà la solleva con la super forza (Netto pesa un pochino…) e andiamo verso la cassa. La cassiera apre la scatola per vedere che non ci sia altra merce dentro e trova… Netto e un Puppy. E urla tra lo spaventato e il divertito.
Che diabolici vero? Un trio letale, Puppy, Papà e Netto.